Opzioni:

colazione

La colazione
    

 Perché ridurre il caffè? Tutti i prodotti di origine tropicale hanno effetti fortemente espansivi e contribuiscono a processi di indebolimento. Già questo dovrebbe essere sufficiente per indurci a togliere il caffè, ma c’è di più. Il caffè è un seme che è molto ricco di olio che poi viene bruciato durante il processo di tostatura. Questo è un altro insulto al nostro organismo che sarebbe meglio evitare, in particolar modo per il fegato.Il consumo di caffè è fortemente legato a dolori, mal di testa, emicranie, cervicale e ogni sorta di malattie di debolezza (nei vari sistemi del corpo - immunitario, nervoso e riproduttivo). Come ridurre o evitare il caffè?
Per ogni persona è diverso. Per alcuni basta un giorno – seguito da qualche giorno di crisi di astinenza – mentre per altri il processo è graduale. Per chi vuole eliminare

questa droga al più presto, il rimedio omeopatico “coffea cruda” può essere molto utile per ridurre la voglia, insieme al consumo di dolci di buona qualità (il succo di mela caldo aiuta a rilassare per esempio). Per chi invece vuole andare gradualmente, conviene inizialmente sostituire il caffè con il tè.

Se una persona beve 3 o 4 caffè al giorno, può mantenere un caffè e sostituire gli altri con del tè nero. Come prima scelta è meglio il tè nero che ha un effetto più stimolante del tè verde.

Gradualmente si può introdurre il tè verde e infine il tè kukicha per poi, finalmente, affrontare quell’ultimo caffè. Per molti quel caffè al giorno può anche essere ragionevole mantenerlo,  ma per problemi di salute importanti il caffè è da eliminare del tutto quanto prima.

Lascia un commento

Nome:

e-mail:

Sito web:

Commento: